“Le nostre armi sono la mente ironica contro quella letterale, la mente aperta contro i creduloni, la coraggiosa ricerca della verità contro le impaurite ed abiette forze che pongono limiti all’indagine” (Christopher Hitchens).

Benvenuti sulla pagina UAAR dedicata all'informazione, alla satira ed all'Umorismo Ateo, Agnostico e Razionalista.

 

In questo periodo di spending review viene puntualmente ignorato una delle voci di spesa più pesanti: i costi pubblici della Chiesa cattolica: oltre 6 MILIARDI di euro ogni anno. Chiediamo al Parlamento di intervenire e TAGLIARE drasticamente contributi e privilegi di cui godono le religioni! Aiutaci firmando la petizione http://go.uaar.it/taglichiesa

In questo periodo di spending review viene puntualmente ignorato una delle voci di spesa più pesanti: i costi pubblici della Chiesa cattolica: oltre 6 MILIARDI di euro ogni anno.
Chiediamo al Parlamento di intervenire e TAGLIARE drasticamente contributi e privilegi di cui godono le religioni!
Aiutaci firmando la petizione http://go.uaar.it/taglichiesa

«Nessuno è padrone di nessuno, nemmeno i genitori sono padroni dei loro figli» dice Galantino, e questo chiarisce perfettamente la posizione sua e della Chiesa cattolica. Già, perché secondo il catechismo cattolico “divenuto membro della Chiesa, il battezzato non appartiene più a se stesso”, ma “a colui che è morto e risuscitato per noi”. Ma basta evitare il battesimo per risolvere il problema alla radice.

Eterologa, le linee guida le dettano i governatori (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)

La legge e la sentenza parlano dell’interesse e del bene di Alice, il quotidiano cattolico no, si limita al livore verso Anna e Alessia.

Siamo l’unico paese dell’Europa Occidentale che non riconosce le unioni omosessuali.

Alice non lo sa, ma non vive in un paese normale. Forse lo sarà quando Alice sarà grande. Grazie anche a famiglie come la sua.

Raffaele Carcano, Alice ha due mamme (Micromega)

Noi ci impegniamo, in tutte le nostra attività, a sostenere ed a promuovere i diritti di libertà di pensiero ed espressione nell’ambito del quadro internazionale dei diritti umani e ad opporci, a livello nazionale ed internazionale, a qualsivoglia forma di restrizione del diritto di ciascuno di pensare liberamente, con la propria testa e per conto proprio, e di esprimere le proprie vedute senza timore.

Per quanto strambe possano eventualmente essere, le idee si contrastano con adeguate contro­argomentazioni, non con le punizioni.

Quando le fobie vengono usate come bavaglio (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)

Il sostegno alla ricerca è un nostro obiettivo. Lo è anche denunciare come la ricerca, in Italia, sia posta in estrema difficoltà a causa di un acritico pregiudizio favorevole a chi la combatte, drenando nel contempo fondi dalle casse pubbliche per i propri fini. Molto, molto visibili. Tutto legittimo, per carità. Ma di nascosto — e pure male — c’è soltanto l’ipocrisia.

La visibilità di tanti gesti “nascosti” (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)