“Le nostre armi sono la mente ironica contro quella letterale, la mente aperta contro i creduloni, la coraggiosa ricerca della verità contro le impaurite ed abiette forze che pongono limiti all’indagine” (Christopher Hitchens).

Benvenuti sulla pagina UAAR dedicata all'informazione, alla satira ed all'Umorismo Ateo, Agnostico e Razionalista.

 

La Commissione aveva “condonato” all’Italia le illegittime esenzioni attribuite in passato alla Chiesa, diversi miliardi sottratti al fisco, “in cambio” dell’introduzione di norme più restrittive, con esenzioni limitate a chi presta servizi che gravino sull’utenza soltanto per un rimborso esiguo. Il decreto del Ministero ha invece di fatto reintrodotto gran parte delle vecchie esenzioni».

Contro le esenzioni Imu e Tasi l’Uaar fa appello alla Commissione Europea (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)

Da quest’anno i Comuni possono accedere ai fondi statali dell’8x1000 per l’edilizia scolastica. A una nostra richiesta di aggiornamento della modulistica necessaria, la Presidenza ha risposto che avrebbe provveduto, ma di fatto per i Comuni non c’è ancora modo di presentare domanda. http://go.uaar.it/1o8hOls

Da quest’anno i Comuni possono accedere ai fondi statali dell’8x1000 per l’edilizia scolastica. A una nostra richiesta di aggiornamento della modulistica necessaria, la Presidenza ha risposto che avrebbe provveduto, ma di fatto per i Comuni non c’è ancora modo di presentare domanda. http://go.uaar.it/1o8hOls

Come l’invito ad aprire i conventi ai rifugiati, o l’anelito di una chiesa povera, le parole di Bergoglio sortiscono un grande effetto sull’immaginario collettivo, ma tutti i suoi subalterni (senza che il papa li smentisca) le collocano invariabilmente nella giusta prospettiva, che è quella della tranquilla continuazione della solita politica ecclesiastica. Di cambiamenti concreti non se ne vedono, né si vede alcuna conversione nel cuore del clero. Per il momento, questo è l’unico dato di fatto.

La contestualizzazione della scomunica e della ‘ndrangheta (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)

Cambiano i governi, cambiano i papi, cambiano persino le tasse, ma la musica rimane sempre la stessa: paga Pantalone, la Tonaca no. Le gerarchie ecclesiastiche sembrano disposte a tollerare qualunque legge sgradita, ma non vogliono in alcun modo rinunciare ad alleggerire le esauste casse pubbliche per parecchi miliardi ogni anno. Di non negoziabile, per i vescovi, sembrano rimasti pochi valori: quelli mobiliari.

Alla fine le scuole private si ritroveranno con i contributi pubblici erogati a vari livelli, principalmente comunale, con le rette versate dagli studenti e con l’esenzione fiscale, mentre la scuola statale continuerà ad avere sempre meno fondi, nonostante l’offerta sia, almeno per il momento, di livello superiore a quello della scuola privata (anche questo dato Ocse).

Il governo ha definito il valore di una retta simbolica: 7 mila euro! (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)

Se un quinto delle telecamere puntate sul papa avessero ripreso l’immane lavoro della Guardia costiera, i cittadini avrebbero compreso molto meglio la portata del problema. Ma la ragione non guida in alcun modo l’immaginario collettivo che ci costruiscono giornalmente. Talvolta la ragione non è in grado di dare una risposta completa, o anche solo adeguata. La religione è invece bravissima non solo a creare speranze, ma anche a distogliere il mondo dal tentare di individuare soluzioni.

Quella cartolina sbiadita spedita da Lampedusa (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)