“Le nostre armi sono la mente ironica contro quella letterale, la mente aperta contro i creduloni, la coraggiosa ricerca della verità contro le impaurite ed abiette forze che pongono limiti all’indagine” (Christopher Hitchens).

Benvenuti sulla pagina UAAR dedicata all'informazione, alla satira ed all'Umorismo Ateo, Agnostico e Razionalista.

 

Non serve a nulla stabilire il principio che queste strutture devono “garantire la non discriminazione” perché, almeno fintanto che non verranno prese serie iniziative di contrasto, tale principio è destinato a rimanere astratto. Fare finta che non sia così significa affidare le pecore al lupo, con l’aggravante che in questo caso pastori e lupi coincidono.

Sorpresa! Gay e lesbiche vengono discriminati nelle scuole cattoliche (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)

Legittima la scissione fra i due ordinamenti, legittimo che un vincolo sia sciolto per il diritto canonico e sia solo interrotto per il diritto civile. Il “civis fidelis”, il cittadino credente, non ha alcun diritto assoluto e automatico a veder riconosciuto il sacro nel civile.

Una volta tanto.

Adele Orioli, Dalla Cassazione una scelta di laicità (MicroMega)

Mentre i cittadini bisognosi di carità sono un pretesto valido per garantire l’immunità per la Chiesa al verdetto, due bambini rimasti orfani di padre in tenera età non necessitano di alcuna carità. E comunque, anche a voler ammettere che il blocco dei beni potrebbe avere conseguenze sugli indigenti assistiti dalla Chiesa, ci saranno pure delle soluzioni intermedie. Di solito il condannato a un risarcimento non viene lasciato completamente privo di risorse per il suo sostentamento, e ci mancherebbe; i suoi beni e le sue entrate vengono solo parzialmente congelati. Insomma, sembra proprio l’ennesimo privilegio accordato alla casta dei casti.

Le ricchezze della Chiesa, intoccabili dalla giustizia civile (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)

Dalla pagina Facebook Piacere, Io Ex Trastrong

Dalla pagina Facebook Piacere, Io Ex Trastrong

La Commissione aveva “condonato” all’Italia le illegittime esenzioni attribuite in passato alla Chiesa, diversi miliardi sottratti al fisco, “in cambio” dell’introduzione di norme più restrittive, con esenzioni limitate a chi presta servizi che gravino sull’utenza soltanto per un rimborso esiguo. Il decreto del Ministero ha invece di fatto reintrodotto gran parte delle vecchie esenzioni».

Contro le esenzioni Imu e Tasi l’Uaar fa appello alla Commissione Europea (A ragion veduta - Il mondo osservato dall’Uaar)